Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

(biglietti esauriti!) Recital pianistico di Michele Sganga

Data:

11/09/2014


(biglietti esauriti!) Recital pianistico di Michele Sganga

EUROPian

EUROPian
Recital pianistico di Michele Sganga

    L’Europa del pianoforte ama i propri confini: non come barriere invalicabili o emblemi di contrapposizioni irriducibili fra popoli differenti, bensì come stimoli al confronto e allo scambio fra comunità solidali l’una con l’altra. La musica lo testimonia sempre, anche attraverso la dimensione trans-nazionale che pervade la letteratura pianistica.
Fra le pagine dei più noti compositori vive infatti un forte desiderio di reciproca conoscenza e “unità nella diversità” culturale, su scala europea innanzitutto, ma non solo...
Ciò si manifesta nei modi più diversi. Così accade che un polacco di padre francese, come Fryderyk Chopin, tragga spunto da un’aria dell’italianissimo Gioachino Rossini per un addio in musica da dedicare all’amico Wilhelm, connazionale, ma a sua volta di padre tedesco e fratello del più celebre Oskar Kolberg; o che il Maestro pesarese scriva un brano in cui ironicamente mette i propri compatrioti a confronto con i cugini d’oltralpe; per non dire poi dell’importanza degli itinerari italiani e romani di Brahms e Debussy, o del sincretismo dell’ispirazione tutta “europea” del franco-belga César Franck...
Interpretandoli, Michele Sganga cerca – da italiano – di restituire a questi grandi artisti almeno un po’ di quello che con la loro opera ci hanno regalato: la preziosa opportunità di cogliere, grazie all’emozione dell’ascolto, l’“unità nella diversità” della musica europea in quanto spazio senza confini.

Michele Sganga (Roma, 1978). Si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti e lode presso il Conservatorio “S. Cecilia” sotto la guida del M° Maria Teresa Carunchio. Ha frequentato in seguito vari corsi di perfezionamento e ottenuto riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, fra cui i primi premi assoluti: ‘Don Matteo Colucci’ di Fasano, ‘Harmonie’ di Roma, ‘Città di Barletta’, ‘Città di Caserta’. Ha proseguito anche negli studi di composizione presso lo stesso Conservatorio romano, e nel 2010 è stato invitato dall’Ambasciata Polacca presso la S.Sede a eseguire un suo brano originale per pianoforte, in occasione del Bicentenario della nascita di Fryderyk Chopin. Fra le più recenti composizioni la colonna sonora di un documentario sulle vittime civili della II guerra mondiale per la ANVCG. Approfondita la conoscenza delle nuove tecnologie applicate alla produzione e alla post-produzione audio, nel 2002 assieme al M° Matteo de Rossi ha dato vita a SONICVIEW – SOUND FACTORY, in qualità di compositore, ingegnere del suono e consulente musicale. Tra le numerose produzioni, spiccano quelle che ha realizzato per importanti etichette discografiche, quali BRILLIANT CLASSICS, NAXOS e OFFICINA DELLA MUSICA. Fra le recenti produzioni da solista, entrambe per l’etichetta Officina della Musica, i due recital pianistici Animale Musicale. Biodiversità al pianoforte (2011) e Le ragioni del canto: Franz Liszt (2014), presentati dal vivo alle ultime due edizioni della “Milanesiana” (2013 e 2014) e alla  trasmissione “La stanza della musica” di RadioRAI3. Laureato con 110 e lode in Storia della musica alla “Sapienza” di Roma, con una tesi su L’orizzonte filosofico di Luigi Nono (relatore: prof. Pierluigi Petrobelli), all’attività didattica, concertistica e compositiva affianca un impegno da musicologo freelance, tenendo lezioni-concerto e attraverso pubblicazioni scientifiche e divulgative.


PROGRAMMA:

Fryderyk Chopin
Polacca in Si bemolle minore, op. postuma (detta “degli Addii” – Polonez  Pożegnalny)

Gioachino Rossini
L'innocence italienne - La candeur française (da: „Péchés de vieillesse”, V: Album pour les enfants adolescents)

Johannes Brahms
Fantasien op. 116:

    1. Capriccio
    2. Intermezzo
    3. Capriccio
    4. Intermezzo
    5. Intermezzo
    6. Intermezzo
    7. Capriccio

***

César Franck
Prélude, Aria et Final

Claude Debussy
Images - 2e série:

    1. Cloches à travers les feuilles
    2. Et la lune descend sur le temple qui fut
    3. Poissons d’or


Durata delle due parti: 35 min. circa; 40 min. circa

Biglietti gratuiti da ritirare dalla cassa della Filarmonica, fino ad esaurimento dei posti (120), da martedi a venerdi nelle ore 10.00-14.00 e 15.00-19.00.

Prenotazione: tel. +48 (12) 619 87 22 da lunedi a venerdi nelle ore 8.00-16.00





Biglietti gratuiti: da ritirare nella Cassa della Filarmonica - fino all'esaurimento (max. 120)

Informazioni

Data: Gio 11 Set 2014

Orario: Alle 19:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Cracovia

In collaborazione con : Filarmonica di Cracovia


Luogo:

Filarmonica di Cracovia, ul. Zwierzyniecka, 1

938